EDIZIONI DEL PRISMA

Chi siamo

Catalogo

Cerca...

Scrivici

Dove comprare

collana: Dimensioni / 16

Andrea Manganaro

Partenze senza ritorno interpretare Verga


2014, pp. 196- Euro 22,00

ISBN 978-88-86808-49-1

a A suggerire il titolo Partenze senza ritorno è una fiaba raccontata nei Malavoglia, con il suo sogno di miglioramento, ma anche la consapevolezza dell’irreversibilitè dei distacchi. In questo libro diviene il leitmotiv che lega variamente i nove capitoli, tutti dedicati all’interpretazione dell’opera di Verga. Ma le partenze a cui si allude non sono solo quelle del mondo dell’opera, nè solo quelle dell’autore, Verga, lacerato tra il desiderio di ritorno nella terra natale e l’impulso a partire. Le partenze senza ritorno riguardano anche noi lettori, e attengono anche alle nostre domande di senso. Gli eroi verghiani sono infatti figura di una condizione che ci appartiene, che loro scorgevano nella fase iniziale e noi oggi, «all’altra estremità dell’immenso cimitero di speranze deluse», vediamo ormai pienamente compiuta.

Indice

Premessa p. 9

. Le partenze senza ritorno dei Malavoglia p. 19

Terra e libertà p. 39

La città esclusa p.59

Verga “politico” tra Bottai e Gramsci p.75

Le novelle verghiane nella critica p.103

. La fiaba e la novella moderna p. 125

Romanzi verghiani e intersezioni europee p 139

Io non giudico, non m’appassiono, non m’interesso p.149

…e chi vive si dà pace. Interpretare Verga “ad alta voce” p.163

Indice dei nomi p.191

 Indietro